LA METAMORFOSI REMIXED

LA METAMORFOSI REMIXED

Martedì 18/06/2024 ore 21:15
Giardino del Museo Sartorio

Nell’anniversario della morte di Franz Kafka, viene messa in scena in forma di reading “La metamorfosi”, uno dei capolavori della letteratura del Novecento con suggestioni visive, sonore e musicali. Un breve romanzo che è metafora dell’alienazione e della solitudine contemporanea, riletto in una versione ancora più evocativa, per esaltarne il contenuto visionario, ma anche estremamente lucido e realista.

Musiche ed effetti sonori: dj Jazza
Visual: Gigi Funcis
Riduzione drammaturgica, voce recitante e regia: Lorenzo Acquaviva

In apertura si terrà lo spettacolo di danza contemporanea “Faliscjs” realizzato da Giovanni Leonarduzzi e dalla Compagnia Bellanda.

La serata si apre con l’aperitivo Agorà.

PREZZO: €14 intero/€10 ridotto*

BIGLIETTI

 

Lorenzo Acquaviva si laurea in Scienze politiche all’Università degli Studi di Trieste con una tesi sulla Beat Generation, con l’aiuto di Fernanda Pivano. Parallelamente segue laboratori teatrali con i fratelli Vajavec al Ljubljana Actors Centre di Lubiana e comincia un’attività semiprofessionale di attore teatrale. Alla fine degli anni novanta si trasferisce nel Regno Unito e studia all’ARTTS International, diplomandosi in recitazione. Dopo alcune esperienze teatrali nel Regno Unito, si trasferisce a Roma dove studia, tra gli altri, con Michael Margotta, membro dell’Actors Studio di New York, che lo nomina membro onorario dell’Actors Centre. Selezionato alla masterclass condotta da Steven Berkoff dallo Stabile di Calabria, interpreta Bottom in Sogno di una notte di mezza estate diretto dal regista inglese. Si perfeziona ulteriormente con Danio Manfredini e Judith Malina del Living Theatre. Nel 2003 interpreta Simone Gaeta nella soap Un posto al sole; inoltre compare anche in altre serie televisive come La squadra, La porta rossa, Un passo dal cielo, Un caso di coscienza, Rex, Crimini, Nebbie e delitti, Sposami, lavorando con Liliana Cavani, Riccardo Donna, Umberto Marino, Luigi Perelli, Antonio Frazzi, Massimo Spano, Jan Michelini, Carmine Elia, Andrea Porporati, Donatella Maiorca. Nel 2005 è autore assieme a Chiara Barbo del documentario Caffè Trieste, girato a San Francisco per la regia di Andrea Magnani. Nel 2007 è chiamato da Marco Tullio Giordana per interpretare il ruolo di Junio Valerio Borghese nel film Sanguepazzo accanto a Luca Zingaretti e Monica Bellucci. Prende poi parte a produzioni cinematografiche lavorando con Gabriele Salvatores, Silvano Agosti, Andrea Magnani, Nora Hoppe, Fulvio Bernasconi, Davide Del Degan, Mauro Mancini, Toni Trupia. Tra il 2021 e il 2024 prende parte ad alcune produzioni intternazionali: Il canto del pavone regia di Sanjeeva Puspakumara, Ripley regia di Steven Zaillian, Last to brake regia di Simon Kaijser e Assassinio a Venezia regia di Kenneth Brannagh. Nel 2024 il docufilm di cui è protagonista Enigma Rol, ha vinto il Nastro d’Argento. Partecipa a produzioni teatrali con teatri pubblici e privati (Teatro dell’Opera di Roma, Metateatro, Teatro Stabile del Friuli-Venezia Giulia, Assemblea Teatro di Torino, Dramma Italiano, Teatro Bellini di Napoli tra gli altri) in opere di autori classici e contemporanei quali Shakespeare, Kafka, Pirandello, Goldoni, Molière, Christie, Buzzati. Con la compagnia Vitamina T produce ed interpreta a Trieste lo spettacolo Un caffè con il barone, incentrato sulla figura dell’imprenditore Pasquale Revoltella. Parallelamente si dedica al teatro sociale lavorando nelle carceri e nel comprensorio dell’ospedale psichiatrico di Trieste, con laboratori e seminari di cinema e teatro. Dal 2017 è direttore artistico del Festival Approdi a Trieste, festival multidisciplinare di teatro, musica, danza e arti visive, nell’ambito del quale ha prodotto, diretto e interpretato lo spettacolo La zona, ispirato al film Stalker di Andrej Tarkovskij. Dalla fine degli anni novanta fa parte del consiglio di amministrazione de La Cappella Underground, centro di ricerca e sperimentazione cinematografica, che organizza ScienceplusFiction, festival internazionale della fantascienza di Trieste. Si occupa di pedagogia teatrale e cinematografica collaborando anche con il DAMS di Gorizia, La casa del cinema di Trieste e alcune scuole di cinena romane (Libera Università del Cinema, Visione Academy). A partire dal 2018, stringe una collaborazione con il regista e musicista Gigi Funcis nella creazione di quattro spettacoli incentrati sull’intelligenza artificiale.

Gianluca Jazza Guerra è un DJ che ama raccontare storie e creare atmosfere attraverso la musica, intrecciando deep house sciamanica, cutting edge electronica, obscure italo disco & new wave senza nostalgia nei suoi set oscuri e suggestivi. Partito da Trieste negli anni 90 con il collettivo Electrosacher ha collezionato performance in tutta Europa tra club, festival, teatri, musei, fashion show, spazi sociali e urbani. E’ curatore delle colonne sonore di ITS International Talent Support, importante piattaforma per la moda, dal 2002. Agitatore culturale, ha ideato club nights a Etnoblog, Tetris, Teatro Miela e Science+Fiction, progetti di live cinema come la sonorizzazione di Dog Star Man, e la label Ohm Records che ha ospitato Robert Babicz, MCDE, Sofa Surfers, Scanner e le poesie di Jack Hirschman.

Gigi Funcis ha lavorato su numerosi progetti innovativi in ambiti diversi come musica, videomaking e informatica. Ogni lavoro riflette la sua voce unica, guidata da un senso di esplorazione, innovazione e “cazzimma”. Appassionato di tecnologia, combina arte e scienza per creare visioni di futuri possibili, sia dal vivo che in remoto. Crede che l’intelligenza artificiale sia uno strumento, non una minaccia.

Nel suo percorso artistico, ha esplorato vari generi e tecniche, spesso utilizzando ologrammi, visual mapping e sound design. Tra i suoi lavori più noti figurano “LIBRA – Una storia futura”, “PSY”, “YISHI”, e “SPIRAL – Brandelli di Futuro”, tutti spettacoli che mescolano elementi teatrali e cinematografici.

Ha collaborato con numerosi artisti e professionisti, dimostrando un’abilità straordinaria nel creare esperienze immersive e narrative coinvolgenti. Le sue opere spesso riflettono una fusione di realtà e finzione, esplorando temi complessi attraverso un approccio innovativo e multidisciplinare.

BIGLIETTI

 

The event is finished.

EVENTI

Giugno 2024
Nessun evento trovato!

Data

Giu 18 2024
Expired!

Ora

9:15 pm - 11:15 pm

Costo

14.00€

Luogo

Museo Sartorio
Largo Papa Giovanni XXIII, 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.