Nel profondo dell’anima

Un complesso di gallerie antiaeree sotterranee, la Kleine Berlin di Trieste: anche solo a pelle, è un luogo che non può non essere collegato alle sofferenze della Seconda Guerra Mondiale. Quel conflitto lasciò profondissime ferite nell’Europa del secolo che fu. Difficile fu anche evitare che l’ombra funesta della degenerazione nazista non spazzasse via anche le tante luci di una cultura, quella tedesca, che tanti vertici ha toccato in molti secoli di storia, tra musica e poesia. Perché allora non provare a riascoltare, in una forma diversa e sperimentale, alcuni colossi di quella cultura, partendo da Bach, Schubert, Schumann, e avventurandosi come dei viandanti nella magica atmosfera della Kleine Berlin, nel “Profondo dell’Anima” di una città particolare come Trieste?

Artista: Gruppo Strumentale Lumen Harmonicum
Cristina Ferri – soprano
Massimo Favento – violoncello
Marko Jugovic – percussioni