Lorenzo Aquaviva, Giovanni Boni, Lorenzo Zuffi

Lorenzo Acquaviva si è formato con attori e registi italiani e stranieri quali D. Manfredini, A. Fava, D. Hicks, J. Vajavec, J. Merlin, J. Malina, E. Kovens, K. Katzura, M. Dioumme, S. Berkoff. Studia recitazione presso l’Advanced Residential Theatre and Television Skillcentre in Inghilterra.

Partecipa con teatri, fondazioni ed enti culturali pubblici e privati (Teatro dell’Opera di Roma, Metateatro, Teatro Stabile del Friuli-Venezia Giulia, Assemblea Teatro di Torino, Dramma Italiano di Rijeka (Croazia), Teatro Bellini di Napoli, ecc.) a spettacoli con tournée in Italia e all’estero, affrontando autori classici e contemporanei quali Shakespeare, Kafka, Pirandello, Goldoni, Molière, Tarkovskij, Drzic, Alamo, Christie, Ruccello, Benni, Buzzati ed è ospite di festival nazionali e internazionali, lavorando, tra gli altri, con Roberta Torre, David Haughton, Antonio Calenda, Pippo Di Marca, Maddalena Fallucchi, Giovanni Boni, Lino Marrazzo, Duncan Lewis, John Sichel.

Prende parte a film per il cinema (“Tartarughe sul dorso”, “La seconda ombra”, “La fine del mare”, “Fuori dalle corde”, “Sangue Pazzo”, “Easy”, “Il ragazzo invisibile”, “Fratelli”), corti ( “Io e me stesso”, “Il prigioniero”), film tv (“Una madre”, “Senza confini”) e fiction televisive (“La Squadra”, “Un Posto al Sole”, “Donna Roma”, “Nebbie e Delitti”, “Il Commissario De Luca”, “Il commissario Rex”, “Crimini”, “Sposami”, “Un caso di coscienza”, “Un passo dal cielo”, “La porta rossa”, “I nostri figli”), lavorando, tra gli altri, con Gabriele Salvatores, Marco Tullio Giordana, Liliana Cavani, Silvano Agosti, Riccardo Donna, Umberto Marino, Luigi Perelli, Antonio Frazzi, Massimo Spano, Andrea Porporati, Carmine Elia, Davide Del Degan.
È direttore artistico del festival Approdi che si tiene a Trieste dal 2017. Parallelamente si dedica al teatro sociale conducendo laboratori teatrali e dirigendo spettacoli nell’ambito dell’ospedale psichiatrico, il SERT, l’AISM e la casa circondariale di Trieste.

Da anni si dedica alla pedagogia collaborando con il DAMS di Gorizia, La Cappella Underground di Trieste, la ‘Vision Academy’ di Roma e l’Accademia Achille Togliani di Roma.
Si laurea a pieni voti discutendo, con il prezioso aiuto di Fernanda Pivano, una tesi sulla Beat Generation e sviluppa e approfondisce ulteriormente lo studio della poetica beat partecipando a reading in Italia e negli usa con i poeti Jack Hirshman e Lawrence Ferlinghetti.


Lorenzo Zuffi, nato a Trieste, si diploma nel 2007 all’Accademia d’Arte Drammatica “Città di Trieste”. Dal 2005 partecipa a diversi allestimenti con il Teatro Stabile di Trieste “La Contrada”, il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia “Il Rossetti” e il Teatro Stabile Sloveno. Recita in numerosi spettacoli, fra i quali: “La Zona”, “Trieste una città in guerra”, “Le Maldobrie”, spettacoli sveviani “Inferiorità” nonché in rappresentazioni per l’infanzia e la gioventù. Partecipa ad allestimenti di opere liriche. Collabora con svariati registi: Amodeo, Burul, Dal Maso, Macedonio, Manani, Zacchigna, Marinuzzi, Lerici, Pison, ecc.

Con gli “Amici della Contrada” prende parte a numerosi Teatri a leggìo. Lavora in RAI per le produzioni di radiodrammi e collabora con molte associazioni culturali: “VitaminaT”, “Studiopenspace”, “Fabbrica delle Bucce” e “La Macchina del Testo”. Fondatore della “Casa del Lavoratore Teatrale” e di “ConsorzioScenico”, è fra gli ideatori, organizzatori e promotori del Premio DARTS e collaboratore artistico del Premio Giorgetti.

Negli anni matura una solida esperienza come regista.

Con Eva Tomat fonda nel 2015 il collettivo teatrale eTielleZeta (nel ruolo del direttore artistico) con spettacoli dedicati al HouseTheatre e a luoghi non convenzionali. Il collettivo tiene inoltre dei corsi che, attraverso tecniche teatrali, hanno come fine la conoscenza di sé, il teambuilding, il public speaking e organizza progetti di recupero e riqualificazione urbana e di sviluppo di comunità, il tutto tramite le arti.


Spettacolo: La Zona